Scegliere il condizionatore: come ottenere il meglio risparmiando

Le lunghe giornate estive tanto attese sono arrivate e con esse anche le afose notti alla continua ricerca di una dolce frescura…Se hai deciso di prendere un climatizzatore per trascorrere le tue giornate in casa (e soprattutto le notti) e non sai ancora come scegliere il condizionatore adatto: nessun affanno!

Vediamo insieme cosa sapere per scegliere il condizionatore giusto e non svuotare le tue tasche.

 

Scegliere il condizionatore: prima di tutto valuta oggettivamente la situazione

Valuta oggettivamente la situazione

Spesso capita di “farsi prendere dall’afa” e, senza pensarci troppo,  di acquistare in fretta un macchinario poco adatto o addirittura inefficace. Prenditi tempo e valuta accuratamente la situazione. Ricorda che la fretta è nemica del risparmio. Anche un ventilatore piazzato strategicamente per superare momenti di caldo improvviso potrebbe essere una valida soluzione temporanea.

In una stagione più mite, potrai scegliere il tuo condizionatore, approfittando, magari, dei prezzi più bassi.

 

Scegliere il condizionatore: meglio il portatile o il fisso?

Scegliere il condizionatore: portatile o fisso?

Adesso che, a mente fredda, hai valutato la situazione è il momento di compiere una scelta.

Esistono due categorie di condizionatori: portatili e fissi. I primi non hanno bisogno di complesse installazioni, mentre per i secondi occorrono dei professionisti per essere montati e posizionati correttamente.

I portatili possono essere di due tipologie: climatizzatori e split.

I climatizzatori portatili in media sono più economici degli split. Hanno un elemento che aspira l’aria calda e la fa uscire da un tubo da porre sul ciglio della finestra. Hanno anche il grosso vantaggio di essere trasportati dove necessario senza troppi problemi. D’altra parte sono molto rumorosi, consumano parecchio e rinfrescano poco.

Gli split portatili sono composti di due elementi, uno da posizionare all’esterno e uno nella stanza da rinfrescare. Sono connessi da un tubo in cui passa il fluido refrigerante che rinfresca l’ambiente. Come i climatizzatori, gli split hanno un tubo che passa attraverso la finestra per mezzo di un apposito foro o lasciando socchiuse le ante.

Quest’ultimo è un aspetto cruciale per chi deve scegliere il condizionatore: entrambe le soluzioni portatili necessitano di un foro nella parete o di una finestra aperta e così, parte della frescura si disperde.

I condizionatori fissi, più costosi dei portatili, devono essere montati sulla parete della stanza desiderata e necessariamente da un tecnico esperto. Esistono anche in questo caso due tipologie: gli split e i multi-split.

La sostanziale differenza sta nel numero di unità esterne. Gli split hanno un elemento esterno ed uno interno, mentre i multi-split sono composti da più unità interne controllate ad una sola unità esterna.

Scegliere il condizionatore fisso porta molti vantaggi in termini economici, di salute ed efficienza. Avendo, infatti, un elemento esterno collegato con uno o più elementi interni, senza passaggi e spifferi, avrai un risparmio energetico notevole e il massimo rendimento.

Utilizzare lo split per mantenere la temperatura desiderata in piccoli ambienti è la scelta ottimale se si vuole fare economia e avere il 100% dal proprio condizionatore.

Se invece desideri un controllo completo della temperatura in grandi ambienti o in più locali, potresti scegliere il multi-split.

Inoltre i condizionatori fissi possono a piacimento essere utilizzati anche nel riscaldamento, risparmiando in inverno sulle bollette del gas.

 

scegliere il condizionatore: ricapitoliamo tutto

Tiriamo le somme

A questo punto come scegliere il condizionatore più adatto?

Se hai intenzione di spendere poco nell’immediato e non hai grosse pretese sulla temperatura giusta, puoi preferire i condizionatori portatili: più facili da spostare possono essere utilizzati negli ambienti dove occorre dare una rinfrescata. In questo caso ti consigliamo di spendere qualche euro in più e scegliere gli split portatili, più duraturi e più efficaci dei classici climatizzatori.

Se invece hai la possibilità di fare una spesa più sostenuta all’inizio per poi recuperare sulla bolletta, la scelta ricade sicuramente sui fissi: controllo completo sulla temperatura e risparmio nel tempo.

Se hai un monolocale è sufficiente un solo split fisso, mentre se necessiti di rinfrescare più locali, valuta l’opzione multi-split.

 

Scegliere il condizionatore: ecco alcuni consigli davvero utili

Ricorda…

  • Prima di scegliere il condizionatore guarda sempre l’etichetta del prodotto. Dalla Classe A alla Classe C s’impennano i consumi vertiginosamente. Inoltre controlla l’indice EER (Energy Efficiency Ratio), più è alto, migliore è l’efficienza.
  • Non utilizzare i condizionatori come appendiabiti o porta oggetti. Lascia sempre un po’ di spazio libero attorno agli elementi, così da garantire una migliore circolazione dell’aria.
  • Tienili lontano dalle intemperie e dalla luce diretta del sole. Posizionali possibilmente in luoghi riparati da sole e pioggia.
  • Tieni chiuse le finestre e le porte della stanza. Abbassa le tapparelle di giorno per aiutare il condizionatore a faticare di meno per portare la temperatura a un livello ottimale.
  • Evita di programmare temperature troppo glaciali o infuocate. Uno sbalzo termico tra il dentro e il fuori accresce i consumi e dà non pochi problemi alla salute.
  • Non ti improvvisare un grande tecnico. Affidati sempre alle mani di persone competenti per l’installazione dei dispositivi, soprattutto di quelli fissi. Fai sempre la manutenzione per non rischiare di rimanere senza climatizzatore quando necessario.
Ora sai tutto quello che occorre per scegliere il condizionatore più adatto alle tue esigenze. Cerca quello che fa per te tra gli annunci di Secondamano.it
Guerra all’afa! Leggi i nostri consigli nell’articolo “Come difendersi dal caldo estivo